Iceberg

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

AUTUMN/WINTER 2014-15 WOMENSWEAR COLLECTION
In the late 60’s, Parisian High Society escapes to the mountains for an acid moonlight party getaway. This is the mood of the AW 2014 Iceberg women collection.
Dream of an Alpine resort merging winter sports and art spirit; a post modern town in the cloudy mountains, built in powerful bright colors and concrete materials.
Using the playful, sporty and arty DNA of the brand in a new way, the collection is also inspired by plastic toys and colorful designs of the space age, in addition to the elegant yet a bit sloppy attitude mandatory to the young Parisian generation. The big squared seal ring makes the linkthroughout the show, a fil rouge unifying and identifying each of them as part of this new fellowship.
It starts with the « rive gauche bourgeoise ». Kraft color masculine neoprene costumes over white sweaters with bright mink collars that remind vintage ski outfits. The rubber belt detail,between the sporty technical accessory and plastic toy. And on their feet, the girls are wearing sharp metallic shoes.
Then, transparent plastic rectangles move forward as a frenetic trip, growing into the Agam girls. Multicolor embellishments, lacquered and embroidered, arise on the pleated chiffon skirts inspired by the work of artist Yaacov Agam. Mixed with those playful panels, deep colored raw edges felts and sporty knitwear focus the silhouette into the alpine winter feeling. The satellite t-shirt is an allusion to the dream of a journey to a new world.
Making a turn into more « protective » garments, these Alpine ravers are wearing long military parkas and black leather pants. Padded, quilted, the silhouette is assuredly day wear and urban.
As the music gets louder, colors turn technoid. Hyper pleated fabrics and knits are scratched by the « electro-graffiti » print. A powerful souvenir of Alexis’s adolescence.
The final destination is near. Acid trance into the molecular mineral spheres. Silver laminated jumpers and light pink knits are mixed with deconstructed chiffon drapings. Embellished with blue felt or glass tube straps, and graphic patches illustrating new kinds of molecules and fantasy landscapes that depict possible foundations of a world in another dimension.

COLLEZIONE DONNA AUTUNNO INVERNO 2014-2015
Fine anni ’60. L’alta società parigina se ne va in montagna per una festa psichedelica al chiaro di luna. La collezione donna Iceberg AI 2014 parte da qui.
E’ il sogno di un resort alpino dove gli sport invernali si mescolano ad uno spirito artistico, una città post-moderna tra le nuvole, dove colori accesi e forti incontrano materiali solidi.
La nuova collezione Iceberg rilegge il DNA del brand in modo innovativo, con verve artistica e sportiva. L’ispirazione nasce da giocattoli in plastica, dal design colorato tipico dell’era spaziale e dall’atteggiamento sofisticato e disinvolto delle giovani parigine di oggi. Il grande anello con sigillo quadrato è il fil rouge che le identifica e le rende unite più che mai, quasi si trattasse di una nuova solidarietà al femminile.
Si inizia con il «Rive Gauche Bourgeoise»: capi di ispirazione maschile in neoprene color Kraft, sopra maglioni bianchi con colletto in visone che richiamano i completi da sci di un tempo. La cintura di gomma è un dettaglio tra l’accessorio tecno-sportivo e il giocattolo in plastica. Le scarpe sono metallescenti e poderose.
Rettangoli di plastica trasparente… e in una frenetica successione temporale, le ragazze si trasformano in seguaci di Yaacov Agam. Le gonne plissé di chiffon ispirate alle opere dell’artista israeliano, sono arricchite di applicazioni multicolori laccate e ricamate. Grazie ad abbinamenti con pannelli divertenti, con feltri a taglio vivo in tinte forti e con maglie sportive, la silhouette
diventa subito invernale, alpina. La t-shirt satellite è un’allusione al sogno di un viaggio verso un mondo nuovo.
Le giovani raver di montagna si vestono con lunghi parka stile militare e pantaloni di pelle nera, imbottita e trapuntata. La silhouette è assolutamente urbana. Giusta per tutti i giorni.
La musica cresce d’intensità, i colori acquistano un aspetto “tecnoide”. Le maglie e i tessuti iper plissettati sono invasi da una stampa di tipo «elettro-graffiti», souvenir d’adolescenza.
La meta è vicina e il viaggio sta per finire. Il trance acido vira verso sfere di minerali e di strutture molecolari. I golfini di argento laminato e le maglie color rosa pallido sono accoppiati a drappeggi decostruiti in chiffon. Tutto è decorato con dettagli in feltro blu o con bretelle e con patch grafici dove molecole immaginarie e paesaggi fantastici parlano di un mondo in una nuova dimensione.

Alexis Martial Creative Director of the Iceberg Womens Line

Alexis Martial Creative Director of the Iceberg Womens Line

ALEXIS MARTIAL – Biography
Alexis Martial was born in Paris in 1985, the son of a leather gilding craftsman who manufactured custom-made luxury items in their Parisian atelier. Following in his family’s artistic footsteps, at the age of 16, Alexis enrolled at one of the most prestigious schools in France dedicated to Haute Couture. There he acquired the technical skills of Haute Couture craftsmanship which would later prove instrumental to developing his sensibilities as a fashion designer.
After having completed his education, he started his career in 2007 at Givenchy, where he worked alongside the artistic director Riccardo Tisci as a knitwear designer on the ready-to-wear and Haute Couture lines.
In 2012, he was appointed creative director at Paco Rabanne, thus participating in the famous French label’s rebirth. Early in 2013, he was contacted by Paolo Gerani to take part in a new adventure; to take over the creative direction of Iceberg womenswear.
Together, they defined the new artistic, productive and conceptual orientation of the brand. Young, fresh and modern are the key words.
An ardent collectionneur, Alexis finds his inspiration in contemporary industrial design and photography. Urban pop culture and Parisian négligé elegance are the axioms of his creations.
The new Iceberg has been unveiled at the Spring-Summer 2014 fashion show.

ALEXIS MARTIAL – Biografia
Alexis Martial nasce a Parigi nel 1985 da genitori artigiani specializzati nella doratura su cuoio, che lavorano alla realizzazione di oggetti di lusso su misura nel loro atelier parigino. Naturalmente influenzato dalla creatività dell’ambiente familiare, all’età di 16 anni Alexis si iscrive in una delle più prestigiose istituzioni francesi di formazione in Haute Couture. Lì acquisisce le competenze tecniche degli atelier di Haute Couture grazie alle quali svilupperà in seguito la sua sensibilità di stilista. Terminati gli studi, nel 2007 inizia il suo percorso professionale da Givenchy, dove lavora a fianco del direttore artistico Riccardo Tisci come stilista di maglieria per le linee prêt-à-porter e Haute Couture. Nel 2012 viene nominato direttore creativo di Paco Rabanne, partecipando così alla rinascita della celebre Maison. Agli inizi del 2013, viene contattato da Paolo Gerani per una nuova avventura: assumere la direzione creativa delle linee donna della Maison Iceberg. Insieme, i due progettano il nuovo orientamento
artistico, produttivo e concettuale del brand, di cui giovane, fresco e moderno sono le parole chiave.
Collezionista inveterato, Alexis trae ispirazione dal design industriale contemporaneo e dalla fotografia. Alla base delle sue creazioni, la cultura urban pop e l’eleganza parigina.
Il nuovo progetto della Maison Iceberg è stato svelato nella sfilata Primavera-Estate 2014.