Chicca Lualdi Beequeen

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

CHICCA LUALDI BEEQUEEN

FALL WINTER 2014-15 COLLECTION

A masculine mood and fabrics interpreted with feminility. Tweed and double now fused with female and sofisticated textures, driven by interventions of fur that blend into the fabric. Graphic patterns with net and sharp cuts. Textures enriched by embroidery without vain in a game of sobriety and modern habit. Geometric prints outline character traits which suggest contemporary feminility, gentle yet firm. Austerity and the pureness of white “collar”, become a light detail of femininity and a touch of brightness; proposed also as a versitile accessory embellished with embroidery worn on dresses and sweaters.

Inspired by Sober fashion, wearable yet sophisticated where the concept of “cool” doesn’t rhyme with being “extravagant” or “over the top “. It rhymes with “character and consciousness” expressing a balance of quality and good taste for a modern femininity that is not afraid of “classic and simple” as a synonym for boring ,but welcomes the challenge of reinterpreting them with modernity, nuturing it with security. A sobriety that does not penalize femininity yet, it makes it not obvious and modern.

The sweatshirt becomes precious with an inlay of Breshwanz, creating a perfect combination of comfort, warm and understated luxurious.

The double wool, a four-layer fabric which is then embroidered with linear grafics.
Accessories: the masculine sock transformed into a feminie object dressed with embellished incrustations of embroidery, sandals covered in tweed made modern by the contrast of the sole in rubber, large leather shoppers and breshwanz combined with drops of color.

Color palette : gray lead fragmented by the feminine color of cyclamen, winter tones reassuring , once cold, now warm and soft with tones of gray and green.

COLLEZIONE AUTUNNO INVERNO 2014-15

Un mood di tessuti maschili interpretati con femminilità, tweed e double ora spezzati da texture femminili e di ricerca, ora mossi da interventi di pelliccia che si fondono nel tessuto disegnando grafiche nette e tagli decisi, texture arricchite da incrostazioni di ricami senza sfarzo in un gioco di sobrietà e vezzo moderno.
Stampe geometriche che delineano tratti di carattere a suggerire una contemporanea femminilità, delicata ma decisa.

L’austerità e il candore di bianchi “davantini” che diventano leggero vezzo di femminilità e tocco di luce; proposti anche impreziositi da ricami e portati come accessorio versatile su abiti e maglie.

Ispirata a una moda quotidiana, portabile ma sofisticata dove il concetto di “cool” non fa rima con l’ essere “stravaganti” o “sopra le righe”, ma con “carattere e consciousness” a esprimere un equilibrio di qualità e buon gusto per una femminilità moderna che non teme “il classico e il sobrio ” come sinonimi di noioso ma ne accoglie la sfida di reinterpretarli con modernità, rifugiandovisi con sicurezza.

Una sobrietà che non penalizza la femminilità ma la rende solo meno scontata e moderna. La felpa diventa preziosa e inedita con l’intarsio di Breshwanz, perfetta unione tra comfort, caldo e understated luxe. Il double di lana, tessuto a quattro strati è poi ricamato con sottili grafiche lineari.

Gli accessori: il calzettone maschile trasformato in oggetto di vezzo femminile impreziosito da incrostazioni di ricami, sandali rivestiti in tweed resi moderni dal contrasto di un suola in para, grandi shopper in pelle e breshwanz abbinati in giochi di colore.

Palette Colori: grigi piombo spezzati da un femminile ciclamino; toni invernali ma rassicuranti, ora freddi ora caldi e morbidi, toni di grigi e verdi.
Ringraziamenti:

A Camera Moda, Cav. Mario Boselli e Dott.ssa Giulia Pirovano per averci offerto l’onore di aprire Milano Moda Donna.

Ai Sig.ri Enrico e Anna Tovaglieri, Marta e Serena, come valido e attento partner industriale, e per la loro fiducia. A Luca Paganoni, come altrettanto valido partner industriale per la realizzazione di pellicce.

Al nostro fantastico team, Daniela, Luca, Annalisa, Tiziana, Fabio, Rita ,Lorenza, Marco, Robert, Xena.

A Fatima, Andrey, Giovanni per il supporto, la fiducia e l’amicizia.

<img src="image.jpeg" alt="chicca lualdi beequeen" />

Designer Chicca Lualdi Beequeen Milan Fashion Week Autumn/Winter 2014

 

Chicca Lualdi was rewarded at the Fashion Incubator contest in 2009 by the CNMI and won the prize as the best young brand given by the Regione Lombardia, Sistema Moda Industria and the Bocconi University. Chicca Lualdi Bee Queen’s collection forms the essence of an understated femininity and points straight to an aesthetic at a high intensity which refuses any sort of showing off
by playing with severity, terseness and equilibrium of match and researching quality materials and finishing.

Her sartorial expression creates light geometries brought back in prints, in processing, in applications and in inlays all becoming the absolute rule of the designer and of her brand Chicca Lualdi BeeQueen.

Chicca Lualdi vince nel 2009 il concorso Fashion Incubator promosso da CNMI e il premio come miglior giovane marchio Start Up conferito dalla Regione Lombardia, Sistema Moda Industria e Università Bocconi.

La collezione Chicca Lualdi Beequeen parte dallÊessenza di una femminilità understated, punta a una estetica ad alta intensità e rifugge da ogni esibizionismo giocando su rigore, essenzialità, equilibrio negli abbinamenti e ricerca di qualità nei materiali e nelle finiture.

La sua espressione sartoriale crea geometrie leggere, richiamate nella stampa, nelle lavorazioni, nelle applicazioni e nelle incrostazioni, che divengono la regola assoluta della designer e del brand Chicca Lualdi BeeQueen.